Attenzione al fazzoletto quando ti soffi il naso: controlla il colore del muco

Con l’arrivo dell’autunno, tornano anche i raffreddori e le influenze. Scopri tutti i significati del colore del muco: è importantissimo

Proprio in questi giorni, il ciclone Poppea ci sta costringendo a salutare definitivamente l’estate e, dopo un’ondata di caldo record che ha toccato i 40°C in molte città d’Italia, oggi tutti stiamo rispolverando ombrelli e impermeabili. Con il ritorno del freddo, quindi, tornano anche i tipici malanni stagionali tra cui il temutissimo raffreddore: ecco però perché dovreste sempre guardare il colore del muco.

Raffreddore, controlla il fazzoletto
Raffreddore, controlla il fazzoletto: il colore del muco svela la tua salute (ilgranata.it)

Le buone norme di igiene personale consigliano di tossire nell’incavo del gomito e di starnutire sempre all’interno di un fazzoletto di carta usa e getta, da buttare poi nell’immondizia dopo ogni utilizzo. In questo modo, si limita la circolazione di batteri e di virus para-influenzali e si evita di contagiare altre persone. Prima di buttarlo nel bidone, però, prendi la buona abitudine di dare un’occhiata al muco: ecco perché.

Guarda il colore del muco, dice molto della tua salute

Il muco è una secrezione nasale composta da acqua, sali, anticorpi, lipidi, glicoproteine ed antisettici. Ha la funzione di lubrificare le membrane del sistema respiratorio, proteggendo ed intrappolando gli agenti patogeni prima che entrino nel nostro organismo e conservando la giusta umidità delle zone in cui si trova. Il muco, però, può assumere diverse tonalità a seconda del nostro stato di salute: imparare ad osservarlo e ad analizzarlo ci aiuta a capire come stiamo.

colore muco significato
Il colore del muco rivela il tuo stato di salute (ilgranata.it)

Il muco, quando si sta bene, è trasparente e quindi è questa la sua tonalità fisiologica. Se verde, invece, il sistema immunitario è in piena attività. A renderlo di questo colore sono i globuli bianchi morti, espulsi dal corpo attraverso gli starnuti. In questo caso, quindi, può indicare un’infezione batterica o virale. Quando da verde diventa giallo, significa che l’organismo sta riuscendo a vincere e combattere l’infezione batterica o virale, quindi che è in via di guarigione.

Se il muco è rosa o rosso, può essere causato dalla rottura di qualche capillare interno alla mucosa nasale o, in casi più rari, può essere dovuto a infiammazioni come riniti, sinusiti o varici del setto nasale. Se invece è bianco, denso e schiumoso potrebbe essere in corso un’allergia, un’asma leggera o un’irritazione bronchiale dovuta ad agenti patogeni, come il fumo. Infine, il muco marrone o nero è tipico dei fumatori o di chi viene a contatto con sostanze inquinanti.

Impostazioni privacy