Appena alzata hai gli occhi gonfi? Come essere perfetta in pochi minuti

Gli occhi gonfi al mattino sono una tortura per moltissime donne, soprattutto per coloro che non sono più giovanissime.

Il motivo per cui questo genere di problematica si presenta è il ristagno di liquidi nel volto, fenomeno che peggiora durante il riposo notturno a causa del fatto che non compiamo movimenti e che il corpo rimane in posizione orizzontale per molte ore. Quando si è all’impiedi, infatti, i liquidi “cadono” verso la parte inferiore del nostro corpo, accumulandosi nelle gambe, all’altezza dei fianchi e ovviamente del ventre.

rimedi occhi gonfi mattino
I rimedi più efficaci per gli occhi gonfi al mattino – Ilgranata.it

Naturalmente, nel momento in cui ci alziamo e portiamo il corpo in posizione eretta il viso comincia a sgonfiarsi ma naturalmente impiega tempo a farlo e gli occhi potrebbero rimanere gonfi a lungo anche durante il giorno. Per alleviare questo problema essenzialmente estetico si possono prendere vari accorgimenti che ci permetteranno di diminuire la sensazione di gonfiore e vedere immediatamente il nostro viso più fresco e riposato.

I rimedi naturali per sgonfiare gli occhi al mattino

Prima di tutto, è necessario tener presente che, evitare il ristagno dei liquidi nel viso e quindi anche sotto gli occhi, è il primo passo in assoluto per evitare il problema. A questo scopo, il consiglio è di scegliere un cuscino piuttosto alto e di dormire a pancia in su, quindi con il collo e la testa leggermente inclinati rispetto al materasso.

rimedi naturali occhi gonfi
Gli impacchi di teina sono un ottimo rimedio naturale per gli occhi gonfi – ilgranata.it

Questo permetterà ai liquidi di defluire durante la notte ed minimizzerà sgradevoli accumuli nelle borse degli occhi. Sempre la sera prima, si potrà preparare del tè verde o nero molto concentrato (quindi una bustina in mezza tazza di acqua calda e riporlo in frigorifero a raffreddare per tutta la notte. Al mattino basterà tagliare in due un dischetto struccante di cotone, immergerlo nel tè e applicare le mezzelune sotto agli occhi per almeno 15 minuti.

La teina, presente in grandi quantità, fungerà da vasocostrittore. Aiutando i capillari a restringersi, farà sì che i liquidi in eccesso siano “strizzati via” da quella parte del viso. Anche il freddo è molto efficace allo stesso scopo, quindi se abbiamo dimenticato di preparare il tè la sera prima potremo sostituire il trattamento con un cubetto di ghiaccio avvolto in un panno o un fazzoletto di cotone e che dovrà essere passato con leggerezza tutto intorno agli occhi, in maniera da decongestionare la parte e aiutare il suo rapido sgonfiamento.

Impostazioni privacy