Trattiamo male chi amiamo? C’è una spiegazione scientifica, ecco cosa possiamo fare

Trattiamo male chi amiamo? Niente paura, c’è una spiegazione scientifica ed anche una soluzione: ecco cosa possiamo fare.

Ti sei mai chiesto perché alle volte si tende a trattare male soprattutto quelle persone che si amano e che ci stanno sempre vicine? Al contrario di quanto si possa pensare, non si tratta di un comportamento anomalo, ma di un’abitudine che accomuna tantissimi di noi. Sebbene ci sia una spiegazione scientifica a questo atteggiamento, ciò non significa necessariamente che sia il modo corretto di relazionarsi con gli altri.

Trattare male chi si ama
Perché trattiamo male chi amiamo – IlGranata.it

Ma niente paura, perché c’è una soluzione. Per prima cosa, occorre capire quali sono le ragioni che ci spingono a comportarci così. Successivamente, bisognerà lavorare su noi stessi per cercare di migliorare il nostro approccio nei confronti delle persone amate. Sei curioso di saperne di più? Allora continua subito a leggere il nostro articolo di oggi.

Trattiamo male chi amiamo? Il motivo è sorprendente: ecco cosa possiamo fare

Come abbiamo anticipato poco fa, se spesso capita di trattare male soprattutto le persone che amiamo c’è un motivo ben preciso. Anzi, secondo la scienza ce ne sarebbe addirittura più di uno. Di solito ci accade con i famigliari, con il partner o con un amico stretto. Questo perché si tratta di persone sempre presenti nella nostra vita, con le quali siamo abituati a condividere gioie e successi, ma anche dolore e frustrazione. Di conseguenza, sono proprio loro a pagare lo scotto delle nostre sfuriate.

Perché trattiamo male chi amiamo
Perché trattiamo male chi amiamo: la spiegazione scientifica – IlGranata.it

Non bisogna, inoltre, dimenticare che queste persone sono anche quelle che ci amano di più. Pertanto, sanno sopportare e perdonare più facilmente le nostre reazioni spesso spropositate. C’è poi un altro importante motivo che può spingerci a trattare male i propri affetti. Prendiamo come esempio la relazione con il partner. Questa talvolta può sollevare in noi il ricordo di un trauma passato, collegato per esempio alla nostra infanzia, che ci indurrà ad irrigidirci e a reagire in maniera sproporzionata rispetto all’accaduto.

Infine, potrebbe capitare di comportarci così nel momento in cui abbiamo paura di perdere la persona amata. Ma attenzione, perché questo comportamento può farci sortire l’effetto contrario a quello desiderato. Anziché avvicinare il partner o il famigliare a noi, finiremmo con l’allontanarlo. Il fatto che questo possa accadere spesso non significa, però, che sia un atteggiamento corretto o da tollerare.

Per evitare di trattare male e di ferire la persona amata è importante adottare qualche piccola accortezza. Innanzitutto, bisogna iniziare a lavorare su noi stessi al fine di imparare a gestire emozioni quali la rabbia, lo stress e la paura. A questo proposito, esistono degli esercizi che si possono svolgere quotidianamente per cercare di essere più riflessivi e comunicativi. In alternativa, è bene rivolgersi ad uno specialista che saprà consigliarci il giusto percorso da seguire.

Impostazioni privacy