Shampoo secco, non sempre è il perfetto rimedio d’emergenza: quando usarlo e quando no

Lo shampoo secco è davvero l’idea perfetta per avere capelli puliti senza fatica? Ecco cosa è necessario sapere sin da subito.

I capelli sono un vero e proprio bigliettino da visita: sono una delle prime cose che si notano in una persona e proprio per questo è importante che siano sempre puliti e in perfetto ordine. Una cosa sicuramente non facile, soprattutto se ci troviamo di fronte a capelli lunghi e difficili da districare.

quando usare lo shampoo secco
Usare lo shampoo secco in sostituzione del classico shampoo – IlGranata.it

Per facilitarci questo compito, in commercio sono stati messi in vendita tantissimi prodotti che rendono tutto questo più pratico e veloce. A partire dai classici balsami, fino ad arrivare a maschere ricostituenti e nutrienti. Senza dimenticare poi tutti quei vari trattamenti che prevedono l’utilizzo di fiale e prodotti specifici. Tutte queste soluzioni però, hanno un fattore comune, ossia necessitando di un tempo di ‘riposo’, che può variare dai 5 minuti, fino anche a mezz’ora. Tempo che molto spesso non si ha a disposizione e che costringe a camuffare lo sporco in attesa di trovare due minuti anche solo per un semplice shampoo.

Shampoo a secco: pro e contro di questo prodotto da sapere prima di utilizzarlo

Per cercare di avere un aspetto decente ed evitare di andare in giro con capelli sempre legati, in commercio esiste il famoso shampoo a secco, un prodotto che permette la pulizia dei capelli senza dover usare l’acqua. In pratica, in pochi secondi riesce a far ottenere lo stesso risultato di un lavaggio con i classici prodotti, pur non agendo in profondità sul cuoio capelluto. Sembrerebbe una soluzione perfetta, eppure come ogni cosa hai suoi vantaggi e soprattutto svantaggi, che tutti dovrebbero conoscere prima di decidere di utilizzarlo.

quando non usare lo shampoo secco
Pro e contro di utilizzare lo shampoo a secco – IlGranata.it

Esistono varie tipologie di shampoo a secco: sotto forma di polvere (come se fosse un borotalco), oppure spray (sicuramente più pratico e veloce). Entrambe le soluzioni si lasciano agire e poi si spazzolano facilmente via. Una volta detto questo, è giusto sapere che questa pratica soluzione non può essere utilizzata sempre. Infatti, è sicuramente adatto come ‘piano B’, quando si ha poco tempo per lavarsi i capelli, ma di certo non deve diventare un’abitudine.

È sicuramente un’ottima soluzione per chi ha i capelli grassi, utilizzandolo possono assorbire l’unto, evitando ogni due giorni a fare uno shampoo. Anche in questo caso però, non riuscendo ad eseguire una detersione completa del cuoio capelluto è sempre meglio non esagerare. Inoltre, chi soffre di dermatite seborroica e di altre patologie legate ai capelli e al cuoio capelluto l’uso dello shampoo a secco è del tutto sconsigliato, soprattutto se si tratta di quelli dozzinali che risultano essere più aggressivi rispetti ai prodotti di farmacia o erboristeria.

Impostazioni privacy