Quando hai bisogno di un sacchetto non lo trovi mai? Con questo metodo (salvaspazio) risolvi il problema

Quando cerchi un sacchetto non riesci mai a trovare quello che ti serve? Con questo trucchetto infallibile, non avrai più problemi. Prova!

Come succede per tanti altri oggetti indispensabili in casa, che quando servono sembra scompaiano improvvisamente dall’intera abitazione, anche le buste diventano spesso introvabili. Ciò accade più che altro perché, com’è noto, i sacchetti non sono tutti uguali e servono per una serie infinita di cose, prima fra tutte contenere la spazzatura.

Sacchetto conservazione
Il trucco infallibile per trovare subito il sacchetto che ti serve: ci avevi mai pensato? – IlGranata.it

Con la raccolta differenziata, si deve fare attenzione al tipo di materiale di cui sono fatti. Questo dettaglio però spesso ci crea dei fastidi perché capita di non trovare immediatamente la busta adatta all’umido o quella adatta al secco. Del resto, non è sempre semplice tenere ordine in casa, si sa, ma se vogliamo sentirci agevolati in questo, tocca adottare alcune misure vantaggiose.

Ci riferiamo a quella serie di trucchetti furbi che tanto spopolano su Internet e che aiutano tantissimo a gestire le mille incombenze quotidiane da svolgere tra le pareti domestiche. Abbiamo trovato ad esempio un video molto interessante su come conservare i vari sacchetti per poi trovarli senza difficoltà quando se ne ha bisogno: il canale Youtube UnaMammaPerCasa spiega e mostra nel dettaglio come comportarsi con la marea di buste che invadono la casa.

Se conservi così le buste, non dovrai stressarti per trovare il sacchetto giusto: trucco geniale

La prima cosa da fare sarebbe suddividere le buste in base al materiale: quelle di plastica da una parte e quelle biodegradabili (utili per contenere l’umido) dall’altra. Queste ultime potranno essere riposte in uno scatolino dei tovaglioli monouso.

Sacchetto trucco geniale
Con questo metodo geniale trovi subito il sacchetto che ti occorre: problema risolto – IlGranata.it

Prima di procedere però selezioniamo solamente le più grandi, adatte ai bidoni dell’umido.

  • Piega la busta
  • inseriscila e lascia fuori i manici
  • con le successive, procedi sempre piegando il sacchetto e infilando la parte inferiore nei manici di quello già nello scatolo.

In questo modo, potrai constatare che ogni volta che tirerai fuori dallo scatolo una busta, i manici della seguente usciranno fuori e saranno pronti all’uso quando ne avrai bisogno.

  • Per i sacchetti biodegradabili più piccoli, che si possono mettere nel bidoncino del bagno, puoi utilizzare un altro stratagemma furbissimo: arrotola il sacchetto come mostra il video e con i manici fai un piccolo nodo. Questi rotolini occuperanno davvero pochissimo spazio e potrai conservarne tanti in un unico contenitore, che troverai subito e senza stress.
  • In un altro scatolo puoi invece conservare le bustine con la chiusura ermetica. Come vedi, “suddividere” è la parola d’ordine: con questo metodo, troverai subito il tipo di busta che ti occorre, risparmiando tempo e fatica.
  • Un altro suggerimento prezioso che ci dà la youtuber riguarda il sistema per piegare le buste di plastica non biodegradabili. Per piegarle procediamo nello stesso modo che illustrano le immagini del video quindi formando dei piccoli triangoli a partire dalla base del sacchetto piegato.
  • Per quanto riguarda i pluriball che si usano per imballare ad esempio oggetti di vetro da spedire, dopo averli piegati puoi chiuderli con un nastro: occuperanno molto meno spazio e sarà molto più facile riporli.

Occhio quindi a conservare laccetti e nastrini perché possono rivelarsi davvero utili all’occorrenza!

Impostazioni privacy