5 personalità tossiche dalle quali è meglio stare alla larga

Il mondo è pieno di persone tossiche e trovarsele accanto è una seccatura. L’importante è imparare a riconoscerle il prima possibile. Ma non è così semplice.

Quando incontriamo una persona per la prima volta, vediamo la sua parte migliore. Se quindi ci imbattiamo in qualcuno che ci dà immediatamente l’impressione di essere un soggetto con cui è difficile andare d’accordo o che mostra un comportamento inspiegabile, dovremmo starne alla larga. Questa è la lezione numero uno per proteggersi da individui tossici. Ma non basta.

persone tossiche 5 segnali per riconoscerle
Ognuno di noi deve fare i conti con persone tossiche che, se non ben gestite, possono rivelarsi molto nocive – ilgranata.it

In oltre 10 anni di carriera manageriale Matt Higgins, investitore e CEO di RSE Ventures, ha lavorato con migliaia di persone nel mondo degli affari ed è giunto alla conclusione che ci sono cinque tipi di personalità tossiche ricorrenti. Analizziamole da vicino.

Le personalità tossiche da tenere lontane

1. Gli invidiosi. Non sono in grado di elogiare o sentirsi felici quando qualcun altro si mette in luce e contribuisce al successo del gruppo. Sono caratterizzati dall’insicurezza o dal bisogno di dominio. Provano risentimento per chiunque possieda abilità che non hanno o per chi non prova lo stesso disprezzo di sé da cui sono afflitti. Se stai avendo successo, vedono come loro missione quella di abbatterti.

Come gestirli: i sostituti si approfittano di coloro che non parlano. Dunque sottolinea attivamente i punti di forza che noti nelle altre persone. Dimostra che, con lo sforzo di tutti, è possibile ottenere risultati positivi.

persone tossiche 5 segnali per riconoscerle
Uno dei tratti distintivi della persona tossica è il desiderio di distruggere l’altro quando ha successo – ilgranata.it

2. I dirottatori. I dirottatori sono essenzialmente degli invidiosi gufi con l’ulteriore difetto dell’aggressività. Vogliono approfittare della tua vulnerabilità, prendere ciò in cui sei bravo e rivendicarlo per se stessi. Ci sono molti dirottatori in ruoli manageriali. Quello che non capiscono è che per valorizzare le persone creative, devono essere empatici nei confronti delle carenze degli altri, invece di cercare di sfruttarle.

Come gestirli: rivendica i tuoi risultati e pretendi credito quando è dovuto. È meno probabile che i dirottatori facciano i prepotenti con qualcuno che è assertivo e che si mostra molto sicuro di sé.

3. Le vittime. Generalmente, le persone in gamba vivono in una dimensione di gratitudine. Non si sentono autorizzati al successo, quindi sono entusiasti e grati quando arriva. Invece le vittime vivono in una dimensione di costante ingiustizia. Vedono ogni ostacolo lungo il cammino strada come una conferma del fatto che sono state ingiustamente prese di mira.

Come gestirle: l’argomentazione principale di una vittima potrebbe essere che è gravata da un carico di lavoro eccessivo. Quindi alza la mano per offrirle aiuto, ma sappi che la tua offerta sarà probabilmente rifiutata.

4. I martiri. I martiri sono come vittime che effettivamente svolgono il loro lavoro, ma non lo fanno abbastanza bene da giustificare lo stress psicologico che impongono agli altri. Colgono ogni occasione non per aiutare la squadra di cui fanno parte, ma per confermare la narrazione di sé come individui ingiustamente costretti ad assumersi i fardelli degli altri.

Come gestirli: convincerli che il più grande servizio che possono fare nel perseguire una causa è delegare i compiti alle persone più adatte a svolgerli. Incoraggiali a reindirizzare la loro energia verso gli altri, invece di affrontare tutto da soli.

5. Gli incendiari. Spendono le loro energie cercando di riscrivere la realtà, a scapito di tutti coloro che li circondano. Spesso possiedono tratti narcisistici. Combinano le qualità di tutti i profili sopra descritti, cercando di convincere gli altri che non vedono quel che sta succedendo proprio davanti ai loro occhi.

Come gestirli: metti in atto barriere di protezione affinché possano dare il meglio di sé senza fare danni. Se non spendi energie per assecondare la loro visione del mondo, il fuoco che stanno cercando di accendere non partirà mai.

Impostazioni privacy