Colesterolo: il “trucco magico” per avere i valori in regola | Usalo subito

Quello del colesterolo alto è un problema diffuso tra gli italiani. Se le analisi del sangue preoccupano però basta fare qualche variazione nella dieta.

Uno dei valori che nelle analisi del sangue va considerato con attenzione è quello relativo al colesterolo, in particolare a quello indicato come “LDL”. Non a caso questa sigla denota il cosiddetto colesterolo cattivo, in quanto può accumularsi all’interno dei vasi sanguigni.

Spesso valori alti di LDL non danno sintomi fino a che la situazione non si aggrava molto, arrivando a provocare infarti o ictus. Per questo, notare un suo rialzo è segno che vanno presi provvedimenti a livello delle proprie abitudini.

prelievo sangue per analisi
Se il valore del colesterolo varia di colpo, si deve correre ai ripari (ilgranata.it)

Prima di tutto, occorre considerare che a favorire la crescita di questo indicatore contribuiscono uno stile di vita sedentario ma ancora di più la dieta che si segue. Sappiamo tutti bene o male che i cibi che hanno alto contenuto di colesterolo sono quelli che hanno abbondanza di grassi. I menu del fast food, i fritti, i dolci…la lista è lunga. Molto meno invece si conoscono gli alimenti che hanno l’effetto contrario, ossia quello di abbassare il colesterolo.

Naturalmente non per tutti è sufficiente cambiare abitudini alimentari. Un valore alto di LDL può anche essere connesso a patologie quali il diabete mellito o problemi di natura epatica perché il fegato non riesce a smaltire i grassi. Cambiare dieta in questi casi può essere un aiuto, ma non una sostituzione sufficiente della terapia.

Quali cibi contrastano i valori alti di colesterolo

I migliori alleati per la salute del sangue e del cuore sono frutta e verdura, che andrebbero consumate quotidianamente. Per la precisione si consigliano 5 porzioni, che corrispondono ad esempio a un frutto o a una coppia di macedonia. Sono i benvenuti anche i legumi come ceci e fave, a patto che non siano cucinati con il burro, al quale conviene preferire sempre l’olio di oliva.

cibi per la salute del cuore
Per preservare i valori di LDL e la circolazione conviene puntare sugli ortaggi (ilgranata.it)

Due o tre pasti a base di pesce possono aiutare a contenere il colesterolo a patto che si eviti la frittura e si preferisca la cottura alla griglia. Non vale lo stesso però per i molluschi che hanno un contenuto di grassi più alto, in particolare le cozze e le ostriche. Infine, per quanto riguarda i prodotti caseari la cosa migliore è utilizzare il latte scremato al posto di quello intero dove c’è maggior contenuto di panna. Le proteine del siero contenuto nel latte sono ottime per contrastare il colesterolo, e si comprano anche liofilizzate a parte.

Impostazioni privacy