Bonus assunzione giovani: quali sono i requisiti e come richiederlo

In Italia preoccupa molto il numero dei giovane che non lavorano e non studiano. Con il bonus assunzione giovani però si spera di ribaltare la situazione.

Il fenomeno dei NEET, da qualche anno è diventato quasi una maledizione nel nostro paese. L’acronimo sta per l’espressione inglese “Not in Education, Employment or Training” ovvero una persona giovane che non studia, non ha una professione né ha intrapreso un percorso di formazione. Tra gli stati europei l’Italia presenta un bollino nero per questa situazione, in particolar modo per i ragazzi tra i 15 e i 24 anni. In questa fascia i nullafacenti sono 1,7 milioni, e guardando agli under 30 sono anche di più.

ragazza giovane assunta
Il Decreto lavoro 2023 punta a far assumere più giovani alle imprese (ilgranata.it)

Tra le misure previste per ridurre questa situazione sicuramente la principale è il bonus assunzioni per i giovani, una misura per le aziende private valida tra il 1° giugno e il 31 dicembre 2023. In questo arco temporale, se l’impresa assumerà degli under 30 avrà accesso a un contributo che la sgraverà del 60% della retribuzione lorda mensile del nuovo arrivato. Tale quota è prevista per la durata di 12 mesi dal momento della firma del contratto.

Parlando del tipo di assunzione, il bonus si può ricevere solo in caso si tratti di un incarico a tempo indeterminato o di apprendistato professionalizzante. In questo modo ci si assicura che non solo i ragazzi disoccupati entrino nel mondo del lavoro ma abbiano qualche prospettiva per il futuro. Cosa che non può essere offerta con un contratto a tempo determinato.

I requisiti dei candidati per il bonus assunzione giovani

Ci sono naturalmente alcune condizioni da rispettare relativamente ai candidati possibili. Quello ideale deve risultare disoccupato da almeno sei mesi e non deve compiere i trent’anni entro la data dell’assunzione. C’è anche una clausola relativa ai titoli di studio del NEET, che non deve aver conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado. Il termine degli studi inoltre deve risultare risalente ad almeno due anni prima.

giovani in ufficio
Il bonus è rivolto a chi non avendo titoli di studio avanzati fa fatica a trovare lavoro.(ilgranata.it)

Per ottenere le agevolazioni inoltre al colloquio andrà accertato che il giovane risulta iscritto al programma Garanzia Giovani, noto anche come Iniziativa Occupazione Giovani. In caso non si fosse ancora completato questo passo, esistono i portali regionali online oppure anche usando il sito MyAnpal (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del lavoro). L’azienda che intende avvalersi del bonus deve invece presentare la domanda all’INPS, che poi erogherà il contributo mensilmente.

Impostazioni privacy