La verità sulla carne bianca: è davvero un’alleata della salute o no?

La carne bianca viene considerata migliore per la salute rispetto a quella rossa, ma è davvero così? Ecco la verità

Per carne bianca si intende un tipo di alimento più salutare e dietetico rispetto alla carne rossa. Fornisce un ottimo apporto proteico ed è più povera di grassi. La differenza sostanziale tra carne rossa e bianca è che la prima contiene molto più ferro e più grassi. La carne bianca poi è più morbida e digeribile, oltre ad essere più magra.

Carne bianca
Carne bianca, fa davvero bene? (lgranata.it)

La carne bianca è quella con un basso contenuto di mioglobina, ossia la proteina presente nei muscoli degli animali per il trasporto dell’ossigeno. La concentrazione è proporzionale all’età dell’animale e anche agli sforzi muscolari che compiono. Gli antibiotici si danno solo se l’animale ne ha bisogno. Da quando viene somministrato l’antibiotico a quando l’animale viene portato al macello deve passare un lasso di tempo in cui l’organismo ha smaltito l’antibiotico, in modo che non sia presente nella carne che consumiamo.

Alcuni esempi di carne bianca sono quella del coniglio, pollo e tacchino. Ma anche suino, agnello e vitello. La carne di suino tuttavia è una via di mezzo perché contiene molta mioglobina. Tutte le carni bianche sono buone e ricche di proteine nobili e ferro. Il coniglio, pollo e tacchino però hanno un contenuto di grassi minore rispetto ad altre ed una piccola percentuale di colesterolo.

È davvero migliore la carne bianca? Ecco la verità

La carne rossa oltre ad essere più grassa è anche ritenuta cancerogena mentre la carne bianca no e contiene anche meno grassi, meno colesterolo e più Omega 3. Non contiene ormoni e antibiotici, sin dagli anni ’90 il loro utilizzo è stato vietato. Gli antibiotici si danno solo se l’animale ne ha bisogno, ma da quando viene somministrato l’antibiotico a quando l’animale viene portato al macello deve passare un lasso di tempo in cui l’organismo dell’animale ha smaltito l’antibiotico, in modo che non sia presente nella carne che consumiamo.

Carne bianca, fa davvero bene?
Carne bianca, fa davvero bene? (ilgranata.it)

La carne bianca si può mangiare tra le 2 e 3 volte a settimana in una dieta equilibrata. Meglio prediligere pollo e tacchino che sono le più magre. Il loro contenuto calorico è basso, invece l’agnello contiene più calorie.

Se dovete acquistare carne di suino, preferite i tagli magri come l’arista e le braciole. Gli insaccati come la salsiccia sono invece molto grassi e si dovrebbero consumare non più di 2 volte a settimana. Per quanto riguarda la cottura della carne è meglio cuocerla alla piastra, forno o al vapore. Le potete accompagnare con verdure, sempre cotte al vapore, oppure lessate.

La carne bianca fa bene perché contiene proteine nobili che sono fondamentali per la struttura e il funzionamento dei tessuti e organi. È consigliata soprattutto nelle diete ipocaloriche per chi vuole dimagrire e anche per chi soffre di malattie cardiovascolari dato che abbassa i livelli di colesterolo nel sangue. Oltretutto è più facile da masticare ed è più digeribile. Contiene molti sali minerali e vitamina B12.

Impostazioni privacy