Cambia la Tredicesima con la riforma del Fisco: la spiegazione facilitata

Cambia la tredicesima con la nuova riforma del Fisco. Cerchiamo di fare luce sulla questione non ancora troppo chiara.

Attualmente la Flat Tax viene applicata solo ai lavoratori autonomi che hanno un fatturato fino a 85.000 euro. La nuova riforma del Fisco prevede un cambio della gestione delle tredicesime e dalla suddetta Flat Tax. Per i possessori di partita iva la Flat Tax corrisponde al 15% rispetto a quello che è poi il reddito che dovrà essere dichiarato. Insomma, il governo è sempre a lavoro su nuove riforme per agevolare gli italiani, vediamo però nel dettaglio in cosa consistono davvero e dove bisognerà tagliare.

cambio tredicesima
Cambia la tredicesima con la nuova riforma sul Fisco-Ilgranata.it

Il governo dunque sta cercando di rendere più cospicue le tredicesime degli italiani, ma per poter rientrare nei conti e nel bilancio bisognerà rinunciare all’estensione della Flat Tax ai lavoratori dipendenti. Di questo argomento ha discusso Gianluca Timpone a Sky TG24 Business, commentando le nuove scelte del governo, e insieme a lui l’economista Rony Hamaui dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Due esperti ragguardevoli che si sono pronunciati in merito alla questione, cerchiamo di capire il punto di vista degli esperti.

Riforma sul Fisco: cambiano le tredicesime e la Flat Tax, ecco le novità

L’obiettivo del governo era quello di estendere, oltre al fatturato da 85.000 a 100.000 euro, la Flat Tax anche ai lavoratori dipendenti. Il problema ovviamente è sempre quello delle risorse economiche, perché per estendere la Flat Tax a tutti al governo costerebbe tantissimo. In cambio però il governo ha ben pensato di “aumentare” le tredicesime, come? Scopriamolo.

meno tasse sulla tredicesima
Meno tasse sulla tredicesima-Ilgranata.it

L’idea del governo per aumentare la tredicesima e anche le cosiddette ore di “straordinario”, è quella di ridurre la tassazione del 15% su entrambi i fronti, riuscendo così ad aumentare i fondi a disposizione per entrambi i contributi.

Quindi una possibile detassazione della tredicesima riuscirebbe in un certo senso ad aumentare i fondi a disposizione per i lavoratori dipendenti, e aumentando di conseguenza la disponibilità di denaro per le tredicesime.

Inoltre, nella nuova riforma c’è anche la possibilità di poter rateizzare le tasse da pagare per i possessori di partita iva. Invece di rendere annualmente il corrispettivo dovuto per le tasse, c’è la possibilità di poterle pagare mensilmente.

Il governo dunque si sta muovendo in questo senso, apportando modifiche alle strutture dei contributi dei lavoratori dipendenti (tredicesima e straordinario) e dei possessori di partita iva (Flat Tax e dilazione)

Impostazioni privacy