Perdi peso in…16 ore: il metodo “veloce ed efficace” di un medico

Un medico ci spiega come è possibile perdere peso seguendo il metodo delle “16 ore”. Vediamo insieme di cosa si tratta.

Le vacanze, oltre a tanti bei ricordi, vi hanno lasciato anche qualche chiletto di troppo? Nessun problema: con il metodo delle 16 ore perderete peso più velocemente di quanto possiate immaginare e senza patire la fame.

Dimagrire con il digiuno intermittente
Il metodo delle 16 ore permette di perdere peso più velocemente – Ilgranata.it

Durante le vacanze, è piuttosto comune mettere sù qualche chiletto. Grigliate con gli amici, gelati, aperitivi: intanto poi ci si pensa a settembre a rimettersi in forma, no? Bene: settembre è arrivato. Dunque, bando alle chiacchiere e rimettiamoci in forma. Naturalmente, no a diete da fame e allenamenti massacranti alle 7 del mattino perché, non solo non fanno bene, ma il risultato è che molleremmo tutto dopo tre giorni.

Fare sport fa benissimo ma, affinché la nostra perseveranza non venga meno, è meglio scegliere un’attività che ci piace e ad un orario comodo per il nostro stile di vita. Se non riusciamo ad andare in palestra, possiamo anche allenarci a casa seguendo dei tutorial oppure andare a correre. L’ideale è allenarsi dalle 3 alle 5 volte a settimana per almeno 40 minuti. Per quanto riguarda la dieta, il medico James O’Connovam ci spiega come perdere peso senza patire la fame grazie al metodo delle “16 ore”. Un metodo innovativo, molto seguito negli Stati Uniti ma che ha preso piede anche in Italia.

Ecco che cos’è la dieta delle 16 ore

Esiste un metodo che permette di perdere peso velocemente e, al tempo stesso, di migliorare la nostra salute senza farci soffrire la fame. Troppo bello per essere vero? Assolutamente no: si tratta del metodo delle 16 ore.

Come funziona il digiuno intermittente
Ecco come funziona il metodo delle 16 ore – Ilgranata.it

Il metodo delle 16 ore è anche conosciuto come “digiuno intermittente “. È molto semplice: bisogna mangiare in un arco temporale di 8 ore al giorno – per esempio tra le 12 e le 20- e digiunare per le restanti 16. Durante le 8 ore in cui si può mangiare si fanno, solitamente, due pasti ma se ne possono fare anche di più. Il dottor O’Connovan non dà un limite preciso di calorie da assumere ma raccomanda di mangiare soprattutto proteine, verdure, frutta, cereali integrali e grassi buoni come avocado, frutta secca e olio extravergine d’oliva. Unica bevanda consentita è l’acqua naturale, che può essere bevuta anche durante le 8 ore in cui si digiuna. Ammesse anche le tisane ma senza zucchero.

Con questo metodo si riducono le calorie ma senza nemmeno accorgersene. In questo modo si riesce a perdere peso più facilmente poiché non si soffre la fame. Inoltre, è stato dimostrato che il digiuno intermittente riesce ad abbassare la glicemia e gli zuccheri nel sangue: pertanto è utile anche per prevenire il diabete di tipo 2. Se, però, già soffrite di diabete o di altre patologie, prima di iniziare a seguire questo stile alimentare, è bene che sentiate il parere del vostro medico.

 

Impostazioni privacy