Odi stirare le camicie? Ecco il trucco per averle perfette come in lavanderia

Avere sempre camicie immacolate e stirate è essenziale per chi al lavoro ha un dress code preciso. Bisogna però sapere come fare.

C’è chi solo all’idea trema e non sa da dove cominciare e, chi invece, fa dell’asse da stiro il proprio palcoscenico. Parliamo di come stirare le camicie, uno dei capi di abbigliamento che non può apparire stropicciato in nessuna occasione.

stirare i vestiti come in lavanderia
Stirare è un’arte, e come tale occorre imparare (ilgranata.it)

Un incontro di lavoro, una cerimonia, una consulenza…si tratta di un biglietto da visita che si mette addosso. Per fortuna, esiste una tecnica infallibile da imparare, per poi sistemare la camicia sull’appendino e averla pronta da sfoggiare.

Come stirare le camicie alla perfezione

Per prima cosa, occorre farla asciugare nel modo corretto, su una gruccia e solo dopo averla ben spianata. Il secondo segreto per evitare le pieghe, sta nella temperatura che si fa raggiungere al ferro da stiro, che va adattata al tipo di tessuto. In genere per le camicie di cotone l’ideale è una temperatura alta, mentre per le stoffe antipiega occorre abbassarla. Nel caso si avesse a che fare con un capo di seta, invece, occorre non portare il ferro da stiro oltre i 148 gradi, altrimenti si rischia di rovinarne le fibre.

come stirare senza fatica
Trucchi e consigli per stirare alla perfezione (ilgranata.it)

Per iniziare la stiratura vera e propria, invece ,occorre stabilire un ordine in cui procedere. Bisogna fare attenzione a non passare il ferro rovente sui bottoni e sbottonare la camicia prima di iniziare. L’ideale è partire dai bordi, ovvero il colletto e i polsini, passando su entrambi i lati dell’indumento. Dopodiché, si possono stirare le maniche, tendendole bene sull’asse.

A questo punto si può procedere con la parte davanti della camicia. Si va con il ferro lungo la fila dei bottoni passandolo lentamente tra l’uno e l’altro, dalla parte interna, e lo stesso con il lato delle asole. Il movimento da eseguire non dovrà essere orizzontale ma procederà verso il colletto, sempre verificando di non lasciare pieghe. Dopo toccherà alle spalle, appoggiandole una alla volta sul bordo dell’asse da stiro prima di stirarle. Meglio non dimenticarsi il taschino se presente.

Infine, si può passare alla schiena allargando bene la camicia, partendo dall’alto vicino al colletto e scendendo a onda verso il basso con il ferro da stiro. A questo punto, non rimane che abbottonare la camicia e infilarla su un gruccia in attesa di essere usata. C’è chi però si limita ad infilare il primo e il terzo bottone.

Impostazioni privacy