Aggressione a Buffon: le dichiarazioni che incendiano il web

Le dichiarazioni di Gianluigi Buffon, attuale portiere del Parma in Serie B, hanno scatenato forti polemiche sul web.

Ha scelto di continuare la sua carriera in Serie B, indossando la maglia di quel Parma che lo aveva lanciato tra i grandi nell’ormai lontanissima stagione 1994/1995. In tanti ricorderanno di certo quell’esordio contro il Milan di Gianluigi Buffon, all’epoca solo 17enne. Il match terminò 0-0 contro gli allora campioni d’Italia in carica, con un’ottima prestazione da parte di quel ragazzo che sarebbe poi diventato il miglior portiere al mondo.

Gianluigi Buffon fa discutere
Le parole di Gigi Buffon alzano un polverone – Foto ANSA – IlGranata.it

Terminata la lunghissima esperienza alla Juventus, caratterizzata da una serie infinita di successi e anche da qualche delusione, Buffon ha scelto di tornare a difendere la porta del suo Parma, magari con l’auspicio di riportare i ducali in Serie A.

Nonostante i 45 anni appena compiuti, Gigi Buffon dimostra di avere ancora tutte le carte in regola per disputare un campionato ad alti livelli, come ha dimostrato anche in occasione del match di Coppa Italia a San Siro contro l’Inter: la sua parata su tiro a colpo sicuro di Edin Dzeko ha fatto il giro del web.

Buffon scatena la reazione del web: le parole del numero uno

Tuttavia, nel corso della sua carriera Buffon è stato anche preso di mira per alcune dichiarazioni a dir poco discutibili. Basti pensare a quanto affermato alle telecamere nel 2018, dopo il ritorno dei quarti di finale di Champions League tra Real Madrid e Juventus, quando un rigore assegnato all’ultimo minuto dall’arbitro Oliver scatenò un mare di polemiche: “Ha un bidone dell’immondizia al posto del cuore“. Proprio in queste ultime ore l’ex portierone di Juve e Nazionale (con cui si è laureato campione del Mondo nel 2006) si è lasciato andare ad un’altra frase che sta facendo molto discutere.

Buffon difende la Juve
Il web non perdona a Buffon le sue parole sulla Juve – Foto ANSA – IlGranata.it

Parlando delle vicissitudini giudiziarie della sua Juventus, penalizzata di 15 punti in classifica per il caso plusvalenze e implicata in altri procedimenti, Buffon ha preso le difese della Signora: “In caso di un’altra dura condanna nello spazio di diciassette anni, considerato che la Juventus viene dipinta come il potere non potrei non pormi una domanda: è il potere masochista che si autoflagella o l’antipotere che vuole battere il potere?“.

Parole che hanno inevitabilmente scatenato forti reazioni sul web. In molti hanno ricordato a Buffon il suo passato pieno di ombre. “Buffon? Quello del diploma falso? Quello dell’88 sulla maglia? Quello delle scommesse a Parma? Due feriti meglio che un morto? Se avessi visto entrare il gol di Muntari non avrei aiutato l’arbitro? Quello del bidone al posto del cuore? Lui? Il piu’ degno juventino della storia?“, si legge in un commento. Un altro utente chiarisce poi la sua posizione sulla vicenda: “Basta con questo vittimismo da strapazzo. Ci sono regole, valgono per tutti (in teoria). C’è chi queste regole le infrange. Da sempre. Che paghino“.